Si tratta di un’idea italiana che prevede l’installazione di pannelli in plexiglass tra le poltrone degli aerei per garantire l’isolamento dei passeggeri.

Funzionerà? Quella che ad alcuni sembra solo una trovata pubblicitaria, potrebbe davvero accelerare la ripartenza dei voli aerei rimasti a terra a causa del Coronavirus?

Glassafe

Si chiama Glassafe ed è la proposta dell’azienda italiana Avio Interiors per fronteggiare la diffusione del Coronavirus e dare sicurezza ai passeggeri anche a bordo di un volo aereo dove gli spazi sono ristretti.

Glassafe

L’idea è semplice: si tratta di un semplice divisorio trasparente in plexiglass che permetterà di occupare tutti i posti presenti sugli aerei: Questo dovrebbe evitare di sedersi a “scacchiera” o a essere distanziati talmente tanto da ridurre la capienza di un aereo anche del 50-70% con pesanti ripercussioni sugli incassi o (più probabile) sul prezzo del biglietto dei pochi posti ammessi.

Il tutto senza stravolgere la fusoliera né la disposizione dei sedili: sarebbe un semplice kit da installare tra un sedile e l’altro per garantire il corretto isolamento di ogni passeggero. Il materiale dei pannelli, trasparente, è leggero e avrebbe impatto minimo sull’estetica degli interni.

In attesa di capire se funzionerà davvero, l’azienda è in attesa dei primi clienti.