Si tratta dello stress, o della vera e propria depressione, che si prova al rientro da un viaggio di piacere alla normale vita lavorativa di tutti i giorni. Gli inglesi la chiamano Post Vacation Blues.

post-vacation-blues (2)

I sintomi del Post Vacation Blues

Una vera e propria sindrome che coinvolge la psiche: si manifesta con un senso di stordimento, un calo dell’attenzione, mal di testa, inappetenza e apatia. Ne parlano molto anche gli psicologi e il motivo risiede soprattutto nella “qualità del tempo” che cambia.

Si potrebbero concentrare tutti i sintomi in un comune senso di malinconia che può affliggere chi rientra alla normale routine lavorativa dopo aver trascorso diverso tempo in vacanza. Maggiore è la durata della vacanza, più intensa sarà la depressione che il rientro potrebbe causare. Un jet lag importante potrebbe acuire tutti questi sintomi.

Tutto ciò accade perché al rientro dalle vacanze, una situazione in cui la qualità del nostro tempo è di solito molto elevata (ozio, svago, relax, divertimento, tempo libero…), veniamo sopraffatti dal senso di insoddisfazione verso la nostra normale settimana lavorativa se confrontata con una settimana di vacanza.

post-vacation-blues (1)

Trucchi per scacciare la malinconia

Solitamente gli stati d’animo depressivi causati dal rientro alla normale quotidianità svaniscono in alcuni giorni, ma in casi estremi potrebbero prorogarsi anche per settimane.

Per prima cosa, sarebbe il caso di tornare in città qualche giorno prima di riprendere l’attività lavorativa, per iniziare tutto con calma e per riabituarci gradualmente.

Uno dei trucchi più facili per uscire al più presto da questa depressione post-rientro è quello di condividere con amici e parenti le esperienze vissute in vacanza: condividere il racconto, le foto o i video delle proprie vacanze è uno dei rimedi più immediati.

Pensare in modo positivo, ponendosi anche nuovi obiettivi, alla nostra vita aiuta non poco: prefiggersi un salto di carriera o un cambio di lavoro, considerare gli aspetti positivi del nostro lavoro come un pranzo coi colleghi simpatici e programmare un’uscita con un amico sono tutti stimoli positivi.

Un altro rimedio consiste nel rivivere alcune delle esperienze vissute in vacanza: per esempio se siamo stati a sciare, può aiutare comprarci un paio di sci nuovi. Questo aiuta, in un certo senso, a proiettarsi verso il futuro.

Il rimedio #1

Il miglior rimedio per scacciare al tristezza e prepararci a rientrare al lavoro con grinta rimane comunque quello di pensare alla prossima vacanza… e prenotarla subito -> lasciati ispirare qui!