Il nome sarebbe tutto un programma e crea molte aspettative, ma davvero conviene la tariffa priority di Ryanair?

voli-ryanair

Velivoli Ryanair

Perché spendere di più con la tariffa priority di Ryanair è un mistero. A parte il vantaggio reale di poter portare a bordo una piccola valigia (considerato un plus solo da Ryanair ma incluso nel prezzo di qualsiasi biglietto per tutte le altre compagnie aeree low cost) e un’altra in stiva c’è poco da vantare in termini di priorità.

Ai banchi check-in se dobbiamo imbarcare il bagaglio ci tocca comunque fare la fila come tutti, spesso lunghissima, insieme a chi non ha stampato la carta d’imbarco e agli altri che passeggeri che vogliono imbarcare.

Una volta giunti alla porta d’imbarco, spessissimo si incontrano file chilometriche di persone già pronte a salire, alcune con priorità altre senza. Se va bene, grazie all’imbarco prioritario si riesce a saltare qualche posizione in coda.

C’è anche da dire che ormai, ingolositi dall’idea di non fare la coda, sono in moltissimi a comprare l’imbarco prioritario: ma quando il numero diventa quasi maggiore di quelli che non lo hanno acquistato, di fatto il vantaggio di essere imbarcati per primi svanisce…

Sul sito di Ryanair tra i vantaggi dell’imbarco prioritario si cita anche la frase “Siediti e mettiti comodo prima che si imbarchino tutti gli altri”. Ma non è proprio così. Quasi sempre ormai il personale aeroportuale di terra (che non è dipendente Ryanair e quindi non ne applica le misure alla lettera) lascia che tutti i passeggeri si accalchino davanti alla porta di imbarco senza un ordine ben preciso e quindi addio priorità.

Margini di miglioramento ce ne sono, ma Ryanair dovrebbe iniziare a puntare un pò più seriamente anche sulla qualità del servizio oltre che sui prezzi bassi.