Dagli igloo di vetro al glamping, il Capodanno 2019 secondo i maggiori tour operator è all’insegna dell’originalità e della stravaganza, ma con qualità.

Igloo di vetro

Se non vi spaventa l’idea di passare il Capodanno al freddo, c’è la possibilità di trascorrere 10 giorni in Lapponia, Finlandia.

La particolarità è quella di dormire all’interno di un igloo in vetro che vi permetterà di osservare il meraviglioso cielo stellato di queste latitudini.

Igloo di Vetro

Lapponia

Glamping

Se, invece, preferite il caldo un’altra novità di quest’ultimo Capodanno è il glamping, ovvero il campeggio di lusso.

In Namibia, nel cuore del deserto del Namib, si potrà dormire all’interno di campi tendati di lusso senza alcuna rinuncia al comfort.

Tra i servizi a disposizione, anche quello dei trasferimenti su veicoli 4×4 per poter viaggiare tra le dune del deserto alla scoperta degli angoli più belli.

Russia e la sua terza Capitale

Oltre Mosca e San Pietroburgo, considerate le due Capitali russe, è possibile visitare questo Capodanno anche quella che è considerata la terza Capitale russa, Kazan.

Con il suo Cremlino, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, è il nuovo astro nascente nel turismo russo.

Kazan-Cremlino

Kazan, Cremlino

Classici di Capodanno

Tra i classici di Capodanno non può mancare l’America.

New York negli Stati Uniti per la parte Nord delle Americhe e la Patagonia, per visitare la “fin du mundo”, in Argentina per la parte Sud.

In Centro America le mete di quest’anno hanno privilegiato il Guatemala, El Salvador e Honduras.

Tra le altre mete, si potrebbe festeggiare il fine anno in Sri Lanka, in India oppure in Algeria, in tour alla ricerca di tutti i siti archeologici più importanti del Paese.