Tra prenotazioni e recensioni ormai in Italia è record nell’uso di internet per la prenotazione delle vacanze.

Sono sempre di più gli italiani che ogni anno si affidano a internet per raccogliere informazioni sulle possibili destinazioni delle prossime vacanze, prenotarle e, infine, lasciare delle recensioni utili ai viaggiatori successivi.

Sono da record, infatti, le cifre dell’estate 2018: la metà degli italiani che trascorreranno le vacanze fuori casa (si stimano in circa 19 milioni) lo faranno scegliendo la vacanza on line, mentre il 57% di quelli che avranno frequentato un locale, un ristorante o un hotel ne scriverà una recensione.

vacanza nasce sul web

La ricerca di Coldiretti

Questi i dati emersi da una ricerca di Coldiretti/Ixè che evidenziano come ormai, per gli italiani, la vacanza nasca sempre più sul web: dalla facilità e immediatezza della raccolta delle informazioni, dalla velocità con cui è possibile prenotare un volo, un alloggio, un ristorante, un escursione e una serata in un locale.

Di coloro che usano il web per crearsi la propria vacanza, il 32% prenota da solo sui siti degli hotel, il 17% si affida a siti specializzati con l’aiuto anche delle recensioni di altri viaggiatori, il 16% (più tradizionalmente) contatta direttamente le strutture, il 23% dopo essersi informato non prenota affatto e il 12% si rivolge a tour operator o agenzie online.

Più della metà degli italiani, il 57%, una volta in vacanza si affida a internet per ricercare i locali e i ristoranti in cui mangiare e una volta prenotato lascia a sua volta delle recensioni che andranno a informare i viaggiatori successivi. Questo è tanto più vero e giustificato se si pensa che gli italiani in media destinano più di un terzo del budget della vacanza a mangiare fuori casa.

Internet aiuta anche chi in vacanza parte alla ricerca di souvenir alimentari. Più di 4 italiani su 10, infatti, non rinunciano a portarsi a casa dalle vacanze dei prodotti tipici delle zone visitate.

In questo la rete, soprattutto con il moltiplicarsi delle occasioni di tour enogastronomici, fornisce un valido impulso alla diffusione delle locali culture alimentari e alla valorizzazione di prodotti tipici.