Un altro pezzo della sharing economy, evoluzione di Airbnb, si chiama Garden Sharing e permette di condividere il proprio giardino di casa.

Se siete amanti del campeggio, questa idea fa per voi: oltre ai soliti campeggi noti, potrebbe venirvi voglia di montare la vostra tenda nel giardino di qualche sconosciuto.

garden-sharing

Un nuovo modo di viaggiare

Garden Sharing è la nuova piattaforma, tutta italiana, che permette di mettere il proprio giardino di casa a disposizione di camperisti e campeggiatori in genere.

Funziona proprio come il famosissimo Airbnb, ma questa piattaforma è dedicata solo al vostro giardino di casa. Potete metterlo a disposizione proprio come si farebbe come la camera di una casa.

Non solo giardini di casa, qualsiasi spazio all’aperto può essere condiviso, purché sia privato ovviamente.

L’idea è quella di fornire un’alternativa ai normali campeggi a chiunque ami pernottare all’aria aperta. Non è facile trovare campeggi ovunque, ma in questo modo potrebbe essere più facile e le possibilità aumentano.

Come funziona

Gli ideatori del progetto dichiarano apertamente di essersi ispirati all’ormai arcinoto Airbnb, colosso della condivisione di stanze e appartamenti tra privati.

Il funzionamento è quindi del tutto simile. Si tratta di un portale che promette di far incontrare la domanda di spazi all’aperto in cui campeggiare all’aria aperta con l’offerta di spazi spesso poco utilizzati, come il giardino di casa, un campo di proprietà o un cortile per un camper.

Tra i servizi aggiuntivi offerti ci sono ovviamente i servizi, una cucina o un lavatoio.

Il prezzo lo decide chi ospita, in base alla zona e ai servizi offerta. Garden Sharing trattiene solo una commissione del 15% sulle transazioni.

Si va dai circa 10 Euro per piazzare la propria tenda all’ombra di un vigneto nell’entroterra ligure, fino anche a 60 Euro per il giardino di un casale in toscana che permette di usare anche bagni, cucina e piscina.

Il concerto di Vasco Rossi

Un buon banco di provare per testerà la bontà di questa idea (per la verità nuova solo in Italia, negli Stati Uniti sono anni che è in voga) è stato l’ultimo concerto di Vaso Rossi tenutosi a Modena: in molti hanno aperto i propri giardini o cortili per permettere ai numerosi fan di Vasco di pernottare almeno una notte in tenda o camper.

Non stupitevi, quindi, se dovesse capitarvi di leggere annunci tipo “prato vista mare” o “giardino in collina vista vigneto”.

Info

Il sito web di Garden Sharing a questo indirizzo.