Cosa è l’overbooking? Come ci si deve comportare? Quali sono i diritti e i doveri dei passeggeri? Perché le compagnie aeree lo praticano?

overbooking

Cosa è l’overbooking?

Overbooking è una pratica delle compagnie aeree di vendere più posti di quelli realmente disponibili su un determinato volo. E’ ovvio che, avendo un velivolo posti a sedere limitati, chi è in overbooking non potrà partire se il volo è già completo e dovrà attendere di essere ricollocato su uno successivo.

Se sono in overbooking cosa rischio?

I passeggeri in overbooking rischiano quindi di perdere il volo prenotato e di essere dirottati su uno successivo.

Questo è possibile perché all’atto dell’acquisto del biglietto, anche inconsapevolmente, ogni utente accetta tutte le norme previste dalle “condizioni di trasporto” stabilite dalla compagnia aerea: tra le condizioni varie di acquisto c’è anche quella che prevede che la compagnia aerea possa “riprendersi” il posto prenotato in cambio di una compensazione e del ricollocamento su altro volo.

Ma quali sono i criteri con cui vengono scelti i passeggeri da far sbarcare o che comunque non saliranno sul volo?

Spesso si fa appello a dei volontari, ma se non ce ne fossero a sufficienza è la compagnia stessa che decide chi far scendere: di solito gli sfortunati sono quelli senza carte fedeltà o che hanno pagato meno il biglietto.

Perché si ricorre all’overbooking?

Il motivo è puramente economico ovviamente: immaginando che ogni passeggero potrebbe perdere il volo per motivi strettamente personali (salute, traffico, ritardi vari nei collegamenti…) le compagnie preferiscono prenotare lo stesso posto a più persone pur di non lasciarlo libero, rischiando quindi che entrambi i viaggiatori si presentino all’imbarco.

Le compagnie rischiano, quindi… ma quanto?

Non tanto, almeno secondo i dati Usa: a circa lo 0,07% dei passeggeri viene chiesto in media di sbarcare a favore di qualcun altro, di questi la maggior parte sbarca volontariamente.

Un gioco che vale quindi la candela, almeno per le compagnie aeree che vedono aumentare i propri profitti.