Nonostante siamo sempre più proiettati nel digitale, per un viaggio ci affidiamo ancora tantissimo alle guide turistiche cartacee, in barba a smartphone e internet.

guide-turistiche-cartacee

Il modo di prenotare i viaggi si è evoluto sempre di più negli ultimi anni. Il processo di selezione e prenotazione del viaggio e della vacanza sono sempre più influenzati da internet.

Ma quando si parte e si arriva a destinazione, non c’è tecnologia che tenga: la guida cartacea resiste alla tecnologia ed è sempre più insostituibile.

A rivelarlo è un’indagine del Center for Marketing Technology dell’università americana di Bentley, in Massachusetts, che rivela come le informazioni stampate su carta siano molto più efficaci di internet, app e social network a influenzare l’organizzazione della vacanza.

Lo studio svela che durante un viaggio almeno il 69% di noi si affida ancora tanto, e in modo preponderante, a consigli e indicazioni lette su guide e brochure cartacee piuttosto che a recensioni scovate su internet.

Internet è solo al secondo posto tra i metodi di raccolta di informazioni, mentre al terzo posto resiste ancora il passaparola di amici e conoscenti.

I numeri dello studio

Il 95% di coloro che consultano guide cartacee dichiara di esserne poi effettivamente influenzato e l’83% prende anche decisioni sulla base delle informazioni raccolte su carta, come prenotazioni e scelta degli itinerari. Il 65% effettua un pagamento.

Il 43% di chi usa guide cartacee dopo il viaggio le scambia con parenti e amici.

Quello che fa riflettere è che nonostante ci siano innumerevoli fonti di informazioni prima della partenza per un viaggio, una volta giunti a destinazione le guide e i volantini cartacei diventano la nostra massima fonte di ispirazione.

Sicuramente contribuisce a questo trend anche i (finora) salatissimi costi di connessione internet in roaming, che eliminano di fatto (a meno di essere comodamente sdraiati sul letto della camera d’albergo) una delle principali fonti informative prima della partenza: il web.

I social media, infatti, fruibili solo sul web si piazzano al quinto posto preceduti da centri per informazioni turistiche.

Concierge degli alberghi e app mobile sono in sesta e settima posizione della classifica dei mezzi per raccogliere informazioni in vacanza.

Altra sorpresa, la classifica non varia in funzione dell’età: ovvero la guida cartacea è la fonte preferita di informazioni per qualsiasi fascia d’età.

La classifica

  1. Guide cartacee
  2. Internet
  3. Passaparola
  4. Centri informazioni
  5. Social Media
  6. Concierge
  7. App
  8. Radio, cartelloni pubblicitari…