Oktoberfest di Monaco di Baviera, in tempo di pandemia accade anche questo, che la Germania cancelli la festa della birra più famosa del mondo.

Oktoberfest Monaco Festa della Birra

“O si fa per bene o non si fa per niente”

Sembra questo il pensiero molto pragmatico dei tedeschi anche in tempi di coronavirus. Ed ecco allora che le autorità bavaresi decidono di cancellare, con una decisione non senza precedenti a dire il vero, la festa popolare più famosa del mondo che ruota intorno alla birra.

Il rischio di nuovi contagi e diffusione del virus è ovviamente troppo elevato: l’Oktoberfest ogni anno raccoglie, infatti, fino a un milione di persone a Monaco di Baviera. Impensabile credere di riuscire a rispettare le distanze sociali e il mantenimento guanti e mascherine (soprattutto perché sarebbe impossibile bere dai boccali).

L’idea di contenere l’affluenza o ridurne gli spazi? Ma neanche per idea. I leader politici bavaresi sembrano siano più dell’idea o di fare una festa fatta bene o piuttosto di non farla.

Quest’anno l’Oktoberfest si sarebbe dovuto svolgere tra il 19 e il 4 ottobre 2020: come ogni anno, a Monaco di Baviera erano attesi fino a un milione di turisti da tutto il mondo insieme a un giro d’affari di 450 milioni di Euro, oltre al consumo di circa 8 milioni di litri di birra.

Non è la prima volta

Un’epidemia che ferma l’Oktoberfest non è un caso isolato. Già nel 1854 e nel 1873 la festa della birra fu cancellata a causa del colera.

Dalla sua prima edizione nel 1810, in occasione del matrimonio tra il principe Ludovico di Baviera e la principessa Teresa di Sassonia-Hildburghausen, l’Oktoberfest è stato annullato in totale circa una ventina di volte a causa di guerre o, appunto, epidemie.