Nei Mar dei Caraibi, le Antille rappresentano un grande arcipelago a forma d’arco di 3.500 chilometri di lunghezza composto dalle isole delle Piccole Antille e quelle delle Grandi Antille.

Andare in crociera a Caraibi e alle Antille permette di scoprire la bellezza di questi pezzi di terra con le loro spiagge e la loro natura selvaggia.

Come fare una crociera ai Caraibi-Antille?

Il momento migliore per andare in crociera nei Caraibi e nelle Antille è tra Dicembre e Maggio, durante la stagione secca. MSC Crociere e Costa Crociere navigano verso alcune tra le destinazioni più importanti dei Caraibi.

L’armatore italiano Costa Crociere porta i turisti ai Caraibi a bordo della Costa Magica. Da Fort de France, i passeggeri scoprono Pointe-à-Pitre, Tobago, Saint George, Barbados e Santa Lucia. Con una capienza di 3.470 passeggeri, la Costa Magica coccola soprattutto le famiglie, con lo Squok Club e il Teen’s Zone dedicati a bambini e adolescenti.

Dal 1987, la compagnia MSC Crociere serve anche diverse destinazioni nel Mar dei Caraibi. MSC Crociere è una delle più grandi compagnie di navigazione in Europa. Le 12 unità che compongono la sua flotta sono in grado di ospitare da 1.554 a 3.500 passeggeri. La sua nuova nave, MSC Seaside, è una delle sue migliori imbarcazioni. Salire a bordo della Msc Seaside, nel corso di una crociera ai Caraibi-Antille, significa scoprire Nassau, San Juan, Philipsburg. A bordo di MSC Fantasia si visita anche Pointe-à-Pitre, Catries, Bridgetown, Grenada o Fort de France in dieci giorni.

Luoghi da scoprire durante una crociera ai Caraibi-Antille

Durante una crociera ai Caraibi e nelle Antille, vale la pena organizzare una sosta a Philipsburg, situata a sud dell’isola di Saint Martin nelle Piccole Antille. Gli amanti delle belle spiagge rimarranno affascinati Orient Bay Beach, una delle più suggestive di Saint Martin e frequentata dal jet set internazionale. Nel centro di Philipsburg si può visitare il museo cittadino per scoprirne la storia dell’isola attraverso l’esposizione di vecchie foto e artigianato locale.

Per visitare l’arcipelago della Guadalupa, è bene fare una sosta a Pointe-à-Pitre, ad ovest dell’isola di Grande-Terre. Sono possibili diverse escursioni partendo dalla Capitale, come ad esempio la visita delle cascate di Carbet. Sull’isola di Basse-Terre, nel Parco Nazionale della Guadalupa, ci sono ben tre cascate, di cui la più alta ha un dislivello di 120 metri. Da Pointe-à-Pitre, si può anche raggiungere il Domaine de Severin, una famosa distilleria nota per il suo rum agricolo bianco di 50°.

guadalupa

Guadalupa

San Juan, la capitale dell’isola di Puerto Rico, è anche uno dei più bei porti di scalo nei Caraibi, nelle Grandi Antille. Arrivando a San Juan, è bene passeggiare per il centro storico per ammirare gli edifici colorati di epoca coloniale. Nella periferia della vecchia San Juan, si può ammirare il Castillo San Felipe del Morro, una fortezza del secolo XVI e Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il forte ha delle pareti di più di 5 metri di spessore e offre una splendida vista di San Juan da un’altezza equivalente a 6 piani.

Una crociera alle Antille e Caraibi, sempre nelle Grandi Antille, porta anche a La Romana nella parte orientale della Repubblica Dominicana. Arrivati a La Romana, il villaggio di Bayahibe offre belle spiagge mentre con le escursioni sull’isola di Saona gli appassionati di immersioni nuotano con gli squali, i lamantini, i delfini e le balene.