Scopri tutte le offerte per passare il weekend romantico di San Valentino a Parigi e prenota subito il tuo viaggio con volareweekend.com.

Parigi è una città romantica, ma anche una meta per chi ama l’arte, la musica e la raffinatezza. In una parola è una città incantevole.

Un’ottima occasione per visitarla sarebbe quella di trascorrerci il weekend. Grazie ai numerosi voli low cost si può raggiungere la capitale francese a prezzi davvero imbattibili.

Per chi visita questa bellissima città per la prima volta e non ha molto tempo, è meglio concentrarsi sui luoghi più importanti, anche se sceglierli è davvero difficile, perchè quello che c’è da vedere e da fare a Parigi è davvero senza limiti.

Moulin Rouge

Primo giorno – Il primo giorno, per esempio, si potrebbe visitare la zona di Montmartre e del Musèe de la vie Romantique.

Montmartre è la collina che sovrasta Parigi. Qui tra l’800 e il ‘900 hanno vissuto artisti del calibro di Picasso e Renoir. Oggi, nella Place du Tetre, artisti meno famosi realizzano ritratti per cifre modeste e in pochi secondi. In pochi passi si arriva alla Chiesa del Sacro Cuore, da cui si gode di una vista panoramica spettacolare. Qui in zona si trova anche il famoso locale Moulin Rouge.

Il Musèe de la vie Romantique si trova esattamente in Rue Chaptal 16 in un palazzo molto elegante vicino al Moulin Rouge; ospita opere di grandi autori del romanticismo francese.

Notre Dame De Paris

Secondo giorno – Il secondo giorno si parte per l’ile de la citè per la visita alla Cattedrale metropolitana di Nostra Signora conosciuta come Notre Dame de Paris, dimora di Quasimodo e del suo amore Esmeralda. Questa cattedrale, tra le più importanti al mondo in stile gotico, è uno dei monumenti più visitati. La sua costruzione risale al 1063-1250, anche se successivamente subì molti restauri. Al suo interno si possono ammirare le sue raffinate vetrate, l’abside col pavimento di marmi policromi e lo stemma del re di Francia, l’altare della Pietà, la statua della Pietà di Coustou (realizzata in marmo di Carrara tra il 1714-1715) e la croce gloriosa realizzata da Marc Couturier nel 1993.

Da non perdere anche un giro nel quartiere di St. Germain –des-près, in cui si riunivano gli intellettuali del tempo come Simone de Beauvoir, Jean Paul Sartre e Boris Vian. A pochi passi Place Furstenberg è una delle piazze più affascinanti della città: qui si respira una vera atmosfera romantica, tutt’intorno si possono trovare molti negozi di design, arte e antiquariato.

Si può visitare anche il Musèe Delacroix, dove l’artista visse e lavorò dal 1857 fino alla sua morte 1863.

Merita una visita la Conciergerie, il primo palazzo reale della città trasformato in una prigione: qui venivano detenuti i condannati a morte e trascorse gli ultimi giorni di vita la regina Maria Antonietta.

A pochi metri la Sainte-Chapelle, costruita da Luigi IX per ospitare le reliquie della passione di Cristo. Questo edificio è un vero esempio di arte gotica.

Louvre

Terzo giorno – Il terzo giorno non può mancare una visita al monumento simbolo di Parigi: la Torre Eiffel. Può risultare comodo e rilassante raggiungerla tramite un battello lungo la Senna: non c’è che l’imbarazzo della scelta tra quelli che offrono questo servizio (come il Bateaux Mouches o il Bateaux Parisiens) di visite guidate dei monumenti che si trovano lungo la Senna.

Da non perdere una visita alla Place de la Concorde, la piazza più grande di Parigi che si trova tra i giardini Tuileries e gli Champs Elysèes, la strada più famosa del mondo. Qui si trovano numerosi caffè, cinema, negozi di lusso.

Place de la Concorde fu costruita verso la metà del XVIII secolo in onore di Luigi XV. A fianco di due fontane c’è l’obelisco egizio che risale al XIII secolo AC, donato alla Francia nel 1836.

Immancabile la visita al Louvre, uno dei musei più importanti al mondo. Qui sono esposte opere come la Gioconda e la Vergine delle Rocce di Leonardo da Vinci, la Venere di Milo e la Nike di Samotracia, la statua equestre di Luigi XIV, il giuramento degli Orazi di Jacques Louis David e molte altre.

Se rimane del tempo, concedersi un biglietto per un balletto o un concerto all’Opera sarebbe il culmine di un weekend favoloso dove arte e romanticismo avranno rappresentato il cuore del vostro viaggio. Gli interni dell’Opera sono decorati con marmi, foglie d’oro, ninfe e cherubini, il soffitto colorato realizzato da Marc Chagall nel 1964 offre un’atmosfera indescrivibile.

Buon viaggio!