Sarà la Delta la prima compagnia aerea a consentire agli animali domestici in aereo di stare con il proprio padrone in cabina.

cani-a-bordo

Mai più, quindi, cani e gatti nella stiva dei propri aerei. La compagnia aerea americana Delta sarà il primo vettore al mondo a consentire sempre e comunque agli animali domestici di viaggiare in cabina coi propri padroni.

Dal mese di Marzo 2016 tutti gli animali domestici di piccola taglia viaggeranno di default in cabina con i loro proprietari. La decisione della compagnia si è resa necessaria dopo la costatazione che erano troppi gli animali domestici a morire o venire smarriti durante il trasporto.

Solo gli animali di grossa taglia, impossibili da far stare in cabina, continueranno a viaggiare in stiva, assistiti da personale altamente specializzato che se ne prenderà cura. La gabbia sarà ovviamente dotata di ogni comfort per l’animale in modo da permettergli un viaggio comodo e sicuro: il fondo deve essere resistente e assorbente, ci deve essere una buona areazione, l’animale deve potersi accucciare e alzare in piedi e non deve avere né guinzaglio né museruola.

trasporto-animali-aereoLe altre compagnie?

Attualmente non esiste un regolamento condiviso tra tutte le compagnie aeree circa il trasporto di animali. Ovvero quasi tutte consentono il trasporto di animali domestici in cabina ma ognuna ha regole diverse che vanno dal massimo numero di animali accettabili per volo, alle dimensioni e tipologia del trasportino, fino al tipo di animale (non tutte accettano, infatti, un iguana o un serpente come animale domestico).

Alitalia. Sono ammessi in cabina animali fino a un peso massimo di 10 chili, gabbia compresa. Gli animali di peso superiore devono, invece, viaggiare in stiva. Una volta arrivati in aeroporto basta fare il check-in anche dell’animale: personale qualificato Alitalia se ne prenderà cura. Su ogni volo non possono salire a bordo più due animali alla volta.

Air Transat. Sono ammessi solo cani e gatti e solo con trasporto in stiva. Unica eccezione ammessa in cabina sono i cani da guida che viaggiano in compagnia del disabile. Su ogni volo sono ammessi al massimo cinque animali in stiva e lo spazio va prenotato entro 72 ore dal decollo al costo di 275 dollari più 30 per la visita veterinaria obbligatoria effettuata da un ente canadese. La gabbia deve essere come da regolamento IATA e indicante il nome dell’animale.

Lufthansa. Cani e gatti possono viaggiare in cabina purché stiano in una gabbietta di dimensioni massime 55x40x23 centimetri e che il peso complessivo non superi gli 8 chilogrammi. Gli animali di grossa taglia viaggiano, invece, in una zona della stiva climatizzata tranne i cani guida, ammessi gratuitamente in cabina purché la loro presenza venga comunicata in anticipo.

EasyJet. Nessun tipo di animale è ammesso né a bordo né in stiva. I cani guida sono ammessi in cabina ma solo su voli selezionati.

Consigli

Prima di prenotare il volo, è consigliabile verificare gli scali e i Paesi di transito soprattutto se comportano cambi di compagnia con conseguenti cambi di regole del trasporto.

I cani da guida, purché muniti sempre di museruola e guinzaglio, possono sempre viaggiare al seguito del proprietario e non dovrebbero avere grossi problemi nel viaggio.

Infine, anche se forse è la cosa forse più ovvia oltre che importante, ricordatevi di portarvi sempre dietro il libretto sanitario del vostro animale, ciotole per acqua e cibo e traversine assorbenti per i suoi eventuali bisogni.