Non tutti i check-in online sono uguali. Ogni compagnia aerea applica le sue regole che spesso differiscono sostanzialmente l’una dall’altra. Ecco cosa c’è da sapere per districarsi in questa jungla.

check-in-online

Le differenze principali tra le diverse compagnie aeree riguardano le rotte e soprattutto il momento in cui viene data al viaggiatore la possibilità di fare il check-in. C’è chi lo permette solo a ridosso della partenza e chi, invece, anche parecchie settimane prima dell’imbarco.

La maggior parte delle compagnie aeree di linea autorizza al check-in online solo a ridosso della partenza, di solito a partire da 24 ore prima del decollo. Le compagnie aeree low cost, invece, forse anche per il fatto che il check-in in aeroporto è un costo aggiuntivo (mai incluso nel prezzo del biglietto) non da sottovalutare per i passeggeri, permettono di farlo online o subito dopo l’acquisto del biglietto o a partire da 30 giorni prima della partenza.

Da ricerche di mercato emerge indubbiamente che la possibilità di stampare la carta d’imbarco già casa è un vantaggio che tutti i passeggeri vorrebbero avere (almeno il 94% di quelli intervistati sarebbero a favore). Il 48% vorrebbe poter fare il check-in online già subito all’atto della prenotazione, mentre il 26% si acconta di poterlo fare almeno 30 giorni prima della partenza.

Avere maggior tempo a disposizione per il check-in online ha indubbi vantaggi per i viaggiatori: a cominciare dallo stress di doversi ricordare di farlo poco prima della partenza, per arrivare alla possibilità di scegliersi con calma il posto preferito.

Da questo punto di vista, quindi, le compagnie low cost sembrano da preferirsi rispetto quelle di linea visto che consentono di fare il check-in line con maggior anticipo. Le compagnie di linea, di solito, aprono i check-in online quasi all’ultimo momento: Alitalia 48 ore prima del decollo, Air France 30 ore prima, Etihad, British Airways e Lufthansa 24 ore prima. I tempi di quelle low cost per fare il check-in online sono addirittura azzerati nel caso di Volotea (permette di fare il check-in addirittura dopo la prenotazione nel caso in cui si acquisti un posto a scelta), mentre Easyjet lo permette 30 giorni prima.

Perchè tutte queste differenze?

Per i voli di linea, limitare il check-in online a poche ore dalla partenza ha i suoi benefici. Per esempio quello di una maggior flessibilità nella distribuzione dei posti a sedere tra le diverse classi di viaggio (economy, business e first) in modo da andare incontro a picchi imprevisti di biglietti business.

Ma ad incidere sono anche fattori esterni come le regole specifiche del Paese in cui si trova lo scalo o la necessità di verificare passaporto o visto: problemi più probabili su voli di linea a lungo raggio.

Ecco quattro pratici consigli per il check-in line

Primo, verificare in anticipo, al momento della prenotazione, le regole della compagnia: con le low cost in genere non si scherza, il check-in in aeroporto è sempre escluso e non farlo online può portare a penali anche di 70 euro.

Secondo, quando possibile fare sempre il check-in online stampando la carta d’imbarco a casa per evitare code in aeroporto (specialmente se si viaggia con soli bagagli a mano). Un’ottima alternativa alla stampa è l’utilizzo di app mobile (come Passbook o PassWallet) che evitano l’uso della carta.

Terzo, se disponibili, usare le app di viaggio delle singole compagnie aeree, più pratiche e funzionali.

Quarto, quando si è in giro e la connessione internet è necessaria, provare a usare quella di alcuni famosi negozi pubblici che la mettono a disposizione in modo gratuito.