Ryanair lancia una nuova sfida nel settore dei voli low cost e approda nello scalo milanese di Malpensa, finora appannaggio di Easyjet dal Terminal 2.

Ryanair parte da Malpensa

Non solo Easyjet nel mirino di Ryanair. La sfida low cost della compagnia irlandese riguarda anche l’ex compagnia di bandiera Alitalia. Secondo il direttore commerciale di Ryanair O’Brien, Alitalia sarebbe infatti colpevoledi offrire servizi “spazzatura” a prezzi alti e senza nessuna garanzia di puntualità per i passeggeri, costretti a sopportare scioperi frequenti senza alcun preavviso.

Il primo tentativo per Malpensa 8 anni fa

Ryanair ci aveva provato con SEA (la società che gestisce gli scali milanesi) già 8 anni fa, all’epoca della ristrutturazione di Alitalia, che la portò ad abbandonare Malpensa in favore dello scalo di Roma Fiumicino. Allora un probabile accordo di SEA con la tedesca Lufthansa fece saltare il piano di investimenti da 1 miliardodi dollari che O’Leary aveva previsto per Malpensa a scapito di Orio al Serio.

Dal 1 Dicembre 4 nuovi voli low cost da Malpensa

Con un investimento di 100 milioni di dollari, dal 1 Dicembre 2015 Ryanair approda dunque anche a Milano Malpensa con 4 nuove tratte: voli da Milano per Londra Stansted, Comiso (Ragusa), Bucarest e Siviglia.

Per festeggiare le nuove tratte e l’acquisizione del nuovo scalo milanese, Ryanair ha già messo in vendita i primi posti al prezzo lancio di 9,99 euro per voli nel periodo Dicembre-Gennaio.

Malpensa è il 73esimo aeroporto per Ryanair (15esimo in Italia). Le partenze avverranno dal Terminal 1, quello dei voli intercontinentali, e non dal Terminal 2 dove ad oggi è presente solo l’altra concorrente low cost Easyjet.

Ryanair ha smentito qualsiasi tipo di impatto di questa nuova apertura sui voli già operati dall’aeroporto di Orio al Serio.