Si chiama Yellow Backie ed è l’ultima frontiera della sharing economy: ad Amsterdam, in pieno stile Uber, si sono inventati la condivisione dei passaggi in bici.

amsterdam, passaggi gratis in bici

Chi meglio degli olandesi, grandissimi utilizzatori di bici, poteva proporre un’idea del genere? Condividere il portapacchi della propria bici per dare un passaggio a chi lo richiede.

Una sorta di sharing economy in chiave ecologica quindi, anche perchè solo qui ad Amsterdam circolano almeno 500 mila biciclette.

Amsterdam, yellow backieCome funziona

Il servizio, partito in agosto, è semplicissimo.

Innanzitutto Yellow Backie è gratis, dare e ricevere passaggi non costa assolutamente nulla. Non ci sono app, non ci si deve registrare a nessun sito web.

Per chi vuole un passaggio. Tutto quello che bisogna fare a gridare “Backie!” in mezzo alla strada nonappena si vede passare una bici con il portapacchi giallo.

Per chi vuole dare un passaggio. È sufficiente verniciare di giallo il portapacchi della propria bici: questo è il modo in cui in automatico si comunica a passanti e turisti che ci si rende disponibili a offrire passaggi gratuitamente.

Il promotore

Dietro questa lodevole iniziativa si cela in realtà Yellow Bike, un’istituzione in fatto di noleggio bici ad Amsterdam. Oltre ad essere una geniale trovata pubblicitaria, visto che il colore del portapacchi deve essere giallo come il logo della compagnia di noleggio, è anche una bella trovata turistica: i passaggi, infatti, vanno dati solo rigorosamente gratis e sono già molti i turisti che sembrano apprezzare l’iniziativa.

In fondo per chi viene da fuori è come vivere da Amsterdammer per qualche minuto.