Continua a crescere l’ecoturismo, ovvero quel tipo di turismo legato alla scelta di luoghi completamente naturali, come i parchi ad esempio.

ecoturismo

Cresce nonostante la crisi l’ecoturismo. Dal 2012 sono stati tre su dieci gli europei a scegliere per le proprie vacanze una destinazione legata alla natura, con una crescita del +4%. Oggi il fatturato di questo tipo di turismo alternativo vale 12 miliardi di euro e vede presenze in crescita fino a 100 milioni di visitatori nei parchi italiani.

Cosa significa fare ecoturismo?

L’ecoturismo è quel tipo di turismo, una volta di nicchia ma oggi sempre più popolare, che prevede un contatto diretto con la natura in modo ecosostenibile attraverso varie attività: le più gettonate sono il biking, il trekking e l’escursionismo, ma anche il kayak e le immersioni subacquee.

La tendenza che si sta riscontrando è quella di un passaggio da lunghe vacanze, passate sdraiati in spiaggia a dormire, a (anche brevi) vacanze trascorse facendo attività e sport che mettano a contatto con la natura e ritemprino il fisico.

In Italia, l’ecoturismo legato allo sport è in crescita: l’ultimo anno sono stati 5 milioni i viaggiatori (in gran parte giovani) che hanno scelto per le loro vacanze una destinazione che gli permettesse di fare il loro sport preferito.