Si chiama Sightjogging il nuovo modo di fare turismo ecosostenibile visitando città e monumenti correndo: fa bene alla salute e fa bene all’ambiente.

Questo nuovo modo di visitare le città consiste letteralmente nel fare jogging tra piazze, monumenti e luoghi di attrazione con scarpe ginnastica e calzoncini. In questo modo l’intento è di combinare alla visita delle bellezze di una città nuova quello di fare qualcosa di buono per la propria salute, in modo ovviamente ecosostenibile.

L’idea è venuta nel 2005 a un’italiana, veneta per la precisione ma romana di adozione: Carolina Gasparetto.

Carolina è una trainer che si è sempre alzata presto la mattina per fare jogging e tenersi in forma. Durante una delle sue uscite mattutine ha notato un numero considerevole di stranieri che come lei amavano il fitness e si allenavano per le vie del centro storico di Roma.

Da qui l’idea: perché non abbinare a una visita della città anche un po’ di sano sport? Ed è così che Carolina fa la pensata di diventare al contempo personal trainer e guida turistica, organizzando tour che permettessero di visitare la città correndo.

Decide di aprire un sito, sightjogging.it, e di offrire tour guidati in diverse lingue (il team è composto da sei runners-guida madrelingua) organizzati in 15 percorsi diversi suddivisi per difficoltà e attrazioni. Ma c’è anche la possibilità di progettare il proprio tour personalizzato: i parametri sono la preparazione del cliente, la voglia di sudare e ovviamente le attrazioni da visitare.

Oggi, sono in tanti ad aver seguito l’esempio di Carolina e ad offrire running tours in giro per le città del mondo: per visitare una città senza perdere l’allenamento ora non ci sono più scuse.