Stanchi di essere preoccupati per la sorte del vostro bagaglio? Non più, sta finalmente arrivando il bagaglio intelligente Bag2Go.

Bag2Go per ora è un prototipo nato dalla collaborazione tra Airbus, la compagnia telefonica T-Mobile e il produttore tedesco di valigie Rimowa. Il progetto è nato con lo scopo di alleviare alcune delle pene sofferte dai passeggeri quando si parla di bagaglio.

Ogni Bag2Go è dotato di un trasmettitore GPS, una scheda sim e un tag RFID per aiutare a sincronizzare facilmente la valigia con l’itinerario del proprio volo e per essere in grado di sapere sempre dove si trova grazie a un’applicazione mobile. In questo modo capire se il bagaglio ci sta seguendo fino a destinazione, o se è stato aperto o manomesso, è un gioco da ragazzi.

E la fastidiosa incognita del peso al check-in? Risolto anche questo grazie a una bilancia integrata nel bagaglio intelligente in grado di mostrarne in ogni momento il peso.

Per utilizzare il bagaglio intelligente, Airbus sta esplorando anche alcuni modelli di business alternativi a quello del semplice trasporto aereo. Il Bag2Go potrebbe essere parte di un sistema di servizi per viaggiatori più ampio di tipo porta a porta in cui il bagaglio potrebbe essere prelevato direttamente da casa e consegnato all’hotel o alla destinazione finale senza doverselo più portare dietro, ma conoscendone in tempo reale tutti gli spostamenti e la posizione.

Questo nuovo sistema di bagaglio intelligente sarà in fase di test per tutto il 2014 ma sta già riscuotendo l’interesse di molte compagnie aeree. Basti pensare che recuperare ogni bagaglio smarrito costa alle compagnie in media 73 euro: in totale la IATA stima che questi disservizi costini alle compagnie circa 1,8 miliardi di euro.

Bag2Go non potrà certo impedire che il bagaglio venga smarrito, ma almeno si potrà essere in grado di sapere esattamente che strada abbia seguito, dove sia stato smarrito e se sia stato manomesso o meno avvisando per tempo le compagnie aeree e i legittimi proprietari.