Michael O’Leary

Prosegue la svolta gentile della regina delle compagnie aeree low cost. Questa volta grazie ad app, premi fedeltà e offerte Ryanair tenta il rilancio.

Dopo le ultime critiche e il pesante calo di popolarità che avevano portato la compagnia aerea low cost a un pesante tonfo in borsa, Ryanair aveva già intrapreso una nuova strategia chiamata “gentile iniziando dai bagagli (leggi), la vera questione più odiata dai passeggeri.

Ma ora Ryanair si spinge oltre e i cambiamenti non sono ancora finiti, annuncia il suo ceo Michael O’Leary.

Il piano di miglioramenti previsti da qui a tre mesi è importante e riguarda diversi aspetti del servizio, dalla prenotazione alle condizioni di viaggio alle campagne marketing.

Il sito internet della compagnia verrà ulteriormente rivisto in ottica di una sempre maggior semplificazione sia della fase di ricerca voli che di prenotazione e pagamento. Oltre ai miglioramenti al sito internet, sarà implementata anche un’app per smartphone che consentirà di prenotare un volo in meno di un minuto (attualmente circa il 32% degli accessi al sito proviene da mobile).

Per la prima volta nella sua storia, sarà prevista anche una campagna marketing che utilizzerà il canale televisivo: via allora agli spot sulle televisioni di Italia, Gran Bretagna, Irlanda e Spagna.

Inoltre, un’altra svolta storica per una compagnia aerea low cost nata col web: i biglietti aerei saranno venduti anche off line dalle agenzie viaggio (leggi).

Saranno previsti anche premi fedeltà per i passeggeri “frequent flyer

Questo sul lato marketing per cui Ryanair è pronta a triplicare gli investimenti, ci sono poi i veri e propri miglioramenti al servizio offerto ai passeggeri. Già ora i posti a sedere sono pre-assegnati, i voli più silenziosi (stop al baccano degli annunci pubblicitari) e si preannunciano in arrivo i primi pacchetti di offerte Ryanair dedicate alle famiglie, con la possibilità in volo di scaldare il latte per i bimbi.

Insomma, Ryanair, per anni regina delle compagnie aeree low cost, sta cambiando pelle per davvero: l’obiettivo non è più offrire solo voli a bassissimo costo infischiandosene della qualità del servizio offerto, ora il focus si sta spostando sui passeggeri e la loro affezione alla compagnia.

Low cost sì, ma di qualità.