Qual è la top ten delle mete low cost nel mondo? Marocco in testa, seguita da Bosnia Erzegovina e Grecia.

Marocco, quindi, in testa a questa speciale classifica delle mete low cost nel mondo in termini di rapporto qualità prezzo. È lo stato nordafricano ad offrire, in rapporto ai costi di vitto, alloggio e trasporti, le maggiori possibilità di visitare posti stupendi.

La classifica tiene conto, e le rapporta, da un lato le bellezze e la spettacolarità della meta, dall’altro la possibilità di spendere cifre ragionevoli per visitarla… che in tempo di crisi non è da sottovalutare!

Al primo posto si piazza la città fortificata di Ait Ben Haddou, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, adagiata nel deserto del Sahara.

In seconda posizione troviamo la Bosnia Erzegovina con Mostar, la città, sempre patrimonio dell’UNESCO, del ponte ottomano del sedicesimo secolo.

Al terzo posto, finalmente mare con Chora sull’isola di Ios in Grecia.

Al quarto posto, ancora Marocco con l’oasi sahariana di Merzouga e le sue dune di sabbia.

Al quinto gli altari e le pagode della città newari di Bhaktapur in Nepal, anch’essa patrimonio dell’UNESCO.

Per quanto riguarda l’Italia, la prima città presente in questa classifica è San Giovanni Rotondo, ma è solo trentacinquesima. Se si guarda alla sola Italia, San Giovanni Rotondo è seguita da Pompei, Mantova, Lecce e Spoleto.

Se si guarda alla classifica per nazioni, invece, il primato va alla Thailandia che vanta 9 città tra le prime cento con il miglior rapporto qualità prezzo. Seguono, a distanza ravvicinata, Grecia, Spagna, Cina e Portogallo.