La compagnia aerea low cost nata dal gruppo Air France-KLM

I big nel mercato low cost europeo potrebbero presto diventare tre, grazie all’alleanza tra Air France-KLM e Alitalia.

Sembra essere questa, infatti, la strategia del gruppo franco-olandese per far fronte alle crescenti perdite registrate nel segmento del corto-medio raggio in Europa a causa della concorrenza spietata delle compagnie low cost, Ryanair e Easyjet in primis.

Se il business del lungo raggio resiste, è quello dei viaggi brevi a soffrire maggiormentela crisi. Eccoquindi che il progetto di aggregazione tra compagnie potrebbe passare proprio dalla costituzione di una compagnia low cost che sia in grado di sfidare lo strapotere di Ryanair e Easyjet.

Già nel 2012 il gruppo Air France-KLM ha riorganizzato le tratte nazionali ed europee costituendo un nuovo vettore: Hop!. Grazie a una flotta di quasi 100 velivoli medio piccoli (48-100 passeggeri al massimo), e nata dalla fusione di altri tre vettori regionali (Brit Air, Regional e Airlinar), a partire dal primo maggio Hop! sarà in grado di coprire 50 destinazioni domestiche e alcune europee a prezzi veramente bassi (a partire da 55 euro tasse incluse)

Questo il primo passo, ma già si parla di un’alleanza probabile con Air One, la low cost di Alitalia, per avere la certezza di poter offrire tratte appetibili a prezzi altrettanto appetibili grazie ad un integrazione complementare.

Questa strategia è molto simile a quella già adottata dalle altre grandi big europee: Lufthansa con Germanwings, British Airways con Iberia Express e Vueling per esempio.