La foto dell’uomo legato e imbavagliato al sedile con lo scotch

E’ quello che è successo a un passeggero islandese su un volo della compagnia aerea Icelandair, partito dalla capitale Reykjavík e diretto a New York.

Salito a bordo del velivolo evidentemente troppo sbronzo e scalmanato, l’uomo è stato bloccato e legato alla sedile mani e piedi dagli assistenti di volo grazie a del nastro adesivo e alcune fascette di plastica. Ma non solo, l’uomo è stato addirittura imbavagliato, sempre con dello scotch.

La foto choc di un altro passeggero sedutogli vicino, a testimonianza dell’accaduto, ha ben presto fatto il giro del mondo grazie ai social network e ha fatto gridare allo scandalo.

La compagnia aerea non commenta, limitandosi a dichiarare di aver semplicemente applicato la procedura standard da seguire nel caso in cui si debba bloccare a bordo una persona ritenuta pericolosa per l’incolumità degli altri passeggeri e per la sicurezza del volo stesso.

In effetti, a dire il vero, la ricostruzione ufficiale dei fatti riporta che l’uomo, sulla cinquantina, si sarebbe imbarcato sull’aereo dopo essersi bevuto un’intera bottiglia d’alcool al duty free dell’aeroporto. Appena salito a bordo avrebbe iniziato a inveire contro passeggeri e personale di bordo, arrivando addirittura a sputare e a mettere le mani addosso ai malcapitati vicini. Pare che abbia tentato di soffocare una donna che gli sedeva accanto. Da qui il ricorso alle maniere forti e alla procedura del personale della compagnia aerea.

Giunti a destinazione all’aeroporto JFK di New York, l’uomo sarebbe stato infine preso in consegna dalla polizia americana e trasportato in un ospedale del Queens.