Un esemplare di Boeing 787 Dreamliner in avaria

Ancora problemi per il super aereo della Boeing. L’ultimo incidente ha portato addirittura le compagnie aeree giapponesi di ANA e JAL a sospenderne i voli.

Mercoledì mattina un Boeing 787 Dreamliner della compagnia aera All Nippon Airways (ANA) è stato costretto a un atterraggio di emergenza a Takamatsu, nel Giappone occidentale, dopo che gli strumenti di bordo avevano rilevato un anomalia alle batterie accompagnata da un odore acre all’interno delle cabine passeggeri e pilotaggio.

Fortunatamente quest’ultimo incidente non ha causato alcuna conseguenza ai 129 passeggeri, ma il ministro dei trasporti giapponesi si è dimostrato molto preoccupato dal crescendo di episodi verificatisi attorno al nuovo modello della Boeing.

Ancor più preoccupate per la sicurezza dei voli si sono dimostrate le compagnie aeree giapponesi ANA e JAL (Japan Airlines), al punto di deciderne la sospensione dell’operatività.

La decisione, drastica, della sospensione era nell’aria già da alcuni giorni, dopo che i tecnici della JAL avevano dovuto analizzare, in meno di una settimana, alcuni guasti verificatisi su un velivolo Dreamliner che avevano portato alla perdita di carburante (leggi l’articolo). Un altro esemplare della ANA, invece, nei giorni scorsi era rimasto fermo a terra a causa di problemi ai freni.

La Boeing assicura che collaborerà con le compagnie aeree e le autorità giapponesi per fare chiarezza sulla serie di guasti. Le compagnie aeree giapponesi sono infatti tra i maggiori clienti del 787, con un acquisto totale di circa 100 apparecchi.

Già la progettazione di quest’ultimo spettacolare e mastodontico esemplare della Boeing si era dimostrata piuttosto laborioso, comportando lunghi ritardi nelle consegne. In seguito ai ripetuti incidenti, anche le autorità statunitensi hanno annunciato un’indagine sulla sicurezza del Dreamliner.