Non si arrestano le polemiche attorno alle compagnie low cost, specialmente attorno a Ryanair.

La nuova tegola caduta sulla più famosa compagnia aerea low cost questa volta riguarda il carburante caricato a bordo dei velivoli in partenza.

Secondo l’intervista-denuncia rilasciata alla tv olandese KRO da un’ex pilota della compagnia low cost, la direzione di Ryanair costringerebbe i piloti a viaggiare con la quantità di carburante strettamente necessaria al volo in modo da tenerli sotto pressione e abituarli a viaggiare con pochissima riserva risparmiando sul pieno di carburante con un vantaggio per le casse della compagnia aerea.

Il tutto ovviamente con pesanti conseguenze sulla sicurezza dei voli e dei passeggeri.

I piloti e tutto il personale Ryanair sostengono poi che la direzione della compagnia sia come una sorta di dittatura: tutto il personale evita di parlare per paura di ritorsioni e di essere punito.