L’ingresso della fiera degli Oh Bej Oh Bej in zona Castello Sforzesco

Sant’Ambrogio per i milanesi è sinonimo inconscio di inizio celebrazione per l’arrivo del Natale.

Il 7 dicembre per la città è un giorno speciale, non solo infatti il 341° del Calendario Gregoriano, quello in cui morì Cicerone e dell’attacco di Pearl Harbour, ma è anche e soprattutto quello precedente l’Immacolata Concezione, festa e precetto per tutta Italia e molti altri Paesi, che si incastra perfettamente per programmare un primo break ideale dopo le ferie estive per poter pianificare un weekend fuori porta alla ricerca dei primi regali natalizi.

Tappa d’obbligo: i mercatini di Natale, ma non solo. Quest’anno infatti, per combattere la crisi, a Milano i saldi partiranno proprio dal 7 dicembre, il giorno del Patrono e degli Obej Obej, ben trenta giorni prima del solito, a dispetto della vecchietta Befana alla quale non resterà altro che portare del buon carbone (anch’esso chiaramente scontato).

La fiera a partire dal 2006 è stata trasferita dalle ben più caratteristiche e tradizionali viuzze intorno a Piazza Sant’Ambrogio al vialone che costeggia il Castello Sforzesco, perdendo secondo molti milanesi doc il suo fascino originario.

Sono in molti a pensare, poi, che anche la linea dura del Comune di Milano contro gli “abusivi”, che solitamente si erano sempre dedicati alla vendita del più classico vin brulè e di oggettistica artigianale, abbia snaturato l’atmosfera della festa rendendola una “fiera di banalità”.

Quest’ultimi, integerrimi, da qualche tempo hanno anche iniziato a promuovere una fiera degli Obej Obej alternativi, gli Oh Bej Abusej sul cavalcavia Bussa che passa sopra la stazione ferroviaria di Porta Garibaldi.

Forse non tutti sanno che le origini del nome Obej Obej (che si trova scritto anche come Oh bej Oh bej) deriva da un episodio del 1510 che ebbe come protagonista l’inviato papale Giannetto Castiglione: Oh bej! Oh bej! sembra infatti fosse l’esclamazione di gioia dei bambini milanesi mentre accettavano di buon grado i doni che gli venivano offerti.

Tutti quindi a Milano o via da Milano per passare al meglio il primo ponte dopo l’estate.

L’attuale location della fiera degli Oh Bej Oh Bej intorno al Castello Sforzesco