L’ammiraglia Hermes, che prestò servizio durante la guerra degli inglesi contro gli argentini per il possesso delle Falkland-Malvine, diventerà presto il primo esperimento di hotel in una nave.

La nave Hermes durante la guerra delle Falkland

La nave Hermes durante la guerra delle Falkland

La storia

Correva l’anno 1982. In Aprile la Royal Navy si apprestava a riprendere possesso delle isole Falkland a largo delle coste dell’Argentina (che le indicava, invece, con il nome di Malvine).

L’allora primo ministro inglese, Margaret Thatcher, inviò alle Falkland, nell’Atlantico del Sud, due portaerei (la Hermes, appunto, e l’Invincible) guidate dall’ammiraglio John “Sandy” Woodward che era stato incaricato di riprendere possesso delle isolette.

Riconquistate le Falkland, nel 1986, dopo 30 anni al servizio della Royal Navy, l’ammiraglia Hermes venne venduta alla marina militare indiana che la ribattezzò Ins Viraat.

Il progetto dell’hotel

Dopo altri 30 anni al servizio della marina militare indiana la Hermes-Ins Viraat terminerà per sempre il suo servizio a Giugno di quest’anno e il progetto prevede che venga riconvertita in un hotel di lusso galleggiante.

Nel progetto, l’hotel galleggiante avrà 600 camere, piscine, ristoranti e un centro convegni, oltre a un museo per ricordarne la storia.

Resterà ormeggiata di fronte alla località costiera di Visakhapatnam, nello Stato dell’Andhra Pradesh nell’est dell’India.

Il progetto è stato lanciato dall’ente del turismo dell’Andhra Pradesh, che in questo modo vuole rilanciare il turismo nella zona.

Questo primo esempio di hotel in una portaerei dovrebbe essere pronto per il 2018 e manterrà il nome della nave datole dalla marina indiana: Viraat.