Incredibili, stravaganti, a volte assurdi e al limite della realtà. Sono gli edifici più strani al mondo: musei, biblioteche ma anche semplici palazzi, l’importante è essere strani.

Qui di seguito, una nostra selezione dei più strani, alcuni addirittura Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

01 – Hotel Atlantis, Dubai (Emirati Arabi Uniti)

È un albergo situato sull’isola artificiale di Palm Jumeirah a Dubai. È fatto di due torri collegate da un ponte e possiede uno dei più grandi parchi acquatici del medio-oriente oltre a un gigantesco acquario interno.

Hotel Atlantis, Dubai (Emirati Arabi Uniti)

02 – Stone House, Guimarães (Portogallo)

Situata tra Guimarães e Nas montanhas de Fafe in Portogallo, questa casa ha certamente un aspetto preistorico. La casa è schiacciata tra due enormi massi: la parte davanti ha solo una porta con una finestra sopra, mentre quella posteriore ha quattro finestre che portano la luce all’interno. È stata costruita su una collina rocciosa battuta dal vento e a dispetto di voci che la descrivono come una bufala, esiste per davvero.

Stone House, Guimaraes (Portogallo)

03 – Upside Down House, Szymbark (Polonia)

L’uomo d’affari e filantropo polacco, Daniel Czapiewski, dice di aver costruito questa casa come una dichiarazione artistica sul periodo comunista e sullo stato attuale del mondo. I molti turisti che visitano la casa lamentano poco dopo mal di mare e vertigini.

Upside Down House, Szymbark (Polonia)

04 – Public Library Parking Garage, Kansas City (Missouri, USA)

Il dorso dei libri, che misurano circa 7 metri di altezza per 3 di larghezza, è fatto nel materiale per i cartelloni mylar. Il ripiano mostra 22 libri i cui argomenti spaziano in tutti gli ambiti della lettura e sono stati suggeriti dai frequentatori stessi della biblioteca.

Public Library Parking Garage, Kansas City (Missouri, USA)

05 – Crooked House, Sopot (Polonia)

Szotynscy Zaleski è stato fortemente ispirato dalle illustrazioni di Jan Marcin Szancer, creatore di fiabe per bambini e dall’opera di Per Dahlberg. La casa è su tre piani ed è stata costruita in modo da dare la sensazione che si fonda con gli edifici circostanti. Situata nel centro commerciale Rezydent, nel centro di Sopot, la Crooked House è uno degli edifici più fotografati della Polonia.

The Crooked House, Sopot (Polonia)

06 – Cubic Houses, Rotterdam (Olanda)

Le case cubiche sono un singolare progetto architettonico ideato negli anni settanta dall’architetto olandese Piet Blom. Si tratta di vari edifici a forma di cubo rovesciato realizzati in un complesso residenziale di Rotterdam negli anni tra il 1982 e 1984. Lo stesso progetto di Blom è stato esportato anche a Toronto in Canada.

Cubic Houses, Rotterdam (Olanda)

07 – Basket Building, Newark (Ohio, USA)

L’edificio nasce da un’idea del fondatore della società Longaberger. Si tratta di una replica di uno dei prodotti venduti dalla società, alta però 160 volte la dimensione della borsa originale. È fatto di sette piani, costruito nel 1990 l’edificio venne inaugurato nel 1997.

Basket Building, Newark (Ohio, USA)

08 – Chiesa di Hallgrimur, Reykjavik (Islanda)

Si tratta di una chiesa luterana costruita tra il 1945 e il 1986. Situata al centro di Reykjavik, coi suoi 73 metri di altezza è la chiesa più grande d’Islanda ed è visibile da tutta la città. Grazie a un’ascensore si può salire fino in cima e ammirare la città dall’alto. Si dice che l’architetto che la progettò si ispirò alle colate laviche del paesaggio islandese.

Chiesa di Hallgrimur, Reykjavik (Islanda)

09 – Tempio del Loto, Delhi (India)

Si tratta di un luogo di culto della religione Bahà’ì. Il tempio venne completato nel 1986, ha la forma di un fiore di loto ed è presto diventato un’attrazione della città, premiato anche con diversi riconoscimenti internazionali. Il tempio è aperto a tutti, indipendentemente dalla religione.

Tempio del Loto, Delhi (India)

10 – Museo d’arte contemporanea di Niterói, Rio de Janeiro (Brasile)

Il MAC è uno dei punti di riferimento della città per la sua forma e per la sua posizione. La cupola è alta 16 metri con un diametro di 50 e ha 3 piani. Ha la forma di un UFO e poggia su una scogliera da cui si domina la baia di Guanabara. 

Museo d’arte contemporanea Niterói, Rio de Janeiro (Brasile)

11 – Sutyagin House, Arkhangelsk (Russia)

Si trattava della casa in legno più alta del mondo. Fatta di 13 piani, venne costruita dalla famiglia del signor Sutyagin in oltre 15 anni senza nessun permesso edilizio. Quando Sutyagin venne arrestato per racket, durante la sua permanenza in galera nessuno si prese cura della manutenzione dello stabile. Infatti, nel 2009 un’ordinanza comunale ne impose la demolizione per pericolo di incendio. L’ultima parte dell’edificio venne definitivamente abbattuta nel 2012.

Sutyagin House, Arkhangelsk (Russia)

12 – Bibliotheca Alexandrina, Alexandria (Egitto)

È un importante biblioteca e centro culturale situato sulla riva del Mar Mediterraneo. L’edificio rappresenta una commemorazione all’antica Biblioteca di Alessandria. Progettata da uno studio di architettura norvegese, venne costruita tra il 1995 e il 2002 e oggi contiene circa 8 milioni di volumi. La sala di lettura principale è a 32 metri dal soffitto, fatto di pannelli di vetro, inclinato verso il mare e misura 160 metri di diametro.

Bibliotheca Alexandrina, Alexandria (Egitto)

13 – Atomium, Bruxelles (Belgio)

Si tratta di un monumento all’interno del parco Heysel. Si tratta di 9 sfere in acciaio, del diametro di circa 18 metri ciascuna, che rappresentano un cristallo di ferro ingrandito 165×109 volte. Le sfere hanno finestre e sono collegate da scale. Venne costruito in occasione dell’Expo 1958.

Atomium, Bruxelles (Belgio)

14 – Guggenheim Museum, Bilbao (Spagna)

È un museo d’arte moderna e contemporanea aperto nel 1997. Si trova lungo il fiume Nervion ed è una delle opere di architettura contemporanea più ammirate al mondo. Le curve sulla parte esterna dell’edificio sono dei pannelli riflettenti fatti per catturare la luce.

Guggenheim Museum, Bilbao (Spagna)

15 – Kunsthaus, Graz (Austria)

È un museo d’arte moderno costruito nel 2003. La sua struttura si ispira alla corrente architettonica detta “blob”. La facciata è ricoperta di pannelli in acrilico blu iridescenti.

Kunsthaus, Graz (Austria)

16 – National Library, Minsk (Bielorussia)

È un edificio alto 72 metri con 22 piani costruito nel 2006. La sua componente architettonica principale ha la forma di un rombicubottaedro e la rende un’attrazione per la città: situata su una riva del fiume, ha anche una piattaforma da cui osservare Minsk.

National Library, Minsk (Bielorussia)

17 – Habitat 67, Montreal (Canada)

Si tratta di un complesso edilizio sulle rive del fiume San Lorenzo. Il progetto fu ideato a partire da una tesi di laurea e poi realizzato in occasione dell’Expo 1967. Il concetto che sta dietro l’architettura così stravagante è stato quello di creare un microcosmo cittadino, integrando tutti i servizi residenziali, commerciali e istituzionali all’interno di un unico complesso.

Habitat 67, Montreal (Canada)

18 – Centro Nazionale per le Arti dello Spettacolo, Pechino (Cina)

Questo edificio viene colloquialmente indicato come l’uovo gigante, in realtà si tratta di un teatro d’opera. Inaugurato nel 2007, è costituito da una cupola ellissoide di titanio e vetro circondato da un lago artificiale: alcuni dicono sembri una goccia d’acqua.

Centro Nazionale per le Arti dello Spettacolo, Pechino (Cina)

19 – Cattedrale, Brasilia (Brasile)

Questa struttura iperboloide è costruita in cemento armato con il tetto in vetro. Il progetto si basa sulla figura dell’iperboloide di rivoluzione con sezioni asimmetriche. I 16 pilastri di cui è costituita hanno sezione iperbolica e nell’intento originario dovevano rappresentare due mani in movimento verso il cielo. Nella piazza antistante si trovano quattro sculture in bronzo alte tre metri che rappresentano gli evangelisti.

Cattedrale, Brasilia (Brasile)

20 – Olympic Stadium, Montreal (Canada)

È uno stadio polivante costruito come sede principae dei Giochi Olimpici Estivi nel 1976. Lo stadio viene soprannominato “The Big O”, in riferimento sia al suo nome che alla forma del tetto della struttura principale (oltre che in riferimento al costo astronomico sostenuto). La torre incorporata nella base dello stadio, chiamata la Torre di Montreal, è la più alta inclinata al mondo coi suoi 175 metri.

Olympic Stadium, Montreal (Canada)

 

21 – Casa della Musica, Oporto (Portogallo)

È un auditorium a forma di poliedro irregolare, in cemento armato, che si affaccia sul giardino della rotatoria stradale di Boavista. La struttra è isolata da tutto quanto la circonda, collegata con l’esterno solo da una semplice scalinata sulla piazza. Ha otto piani fuori terra e tre piani sotterranei. È stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Casa della Musica, Oporto (Portogallo)

22 – Waldspirale, Darmstadt (Germania)

Il nome in tedesco significa “Spirale Foresta” perchè ha forma di spirale e perchè il tetto è coperto di piante. Si tratta di un complesso residenziale di 12 piani completato nel 2000: al suo interno si trovano 105 appartamenti, un garage, un chiosco, una caffetteria e un bar. Nel cortile interno un parco giochi e un laghetto artificiale. L’edificio è a forma di U senza spigoli, la disposizione delle finestre (tutte diverse) non segue nessuna logica apparente, il tetto è in diagonale e coperto di piante, la facciata colorata.

Waldspirale, Darmstadt (Germania)

23 – Biosphere, Montreal (Canada)

Oggi è un museo dedicato all’ambiente. Originariamente (nel 1967) la cupola era una struttura chiusa di cellule in acciaio e acrilico di 76 metri id diametro e 62 di altezza. Nel 1976 un incendio bruciò completamente la bolla di acrilico trasparente e da allora rimase solo la struttura in acciaio.

Biosphere, Montreal (Canada)

24 – La Pedrera, Barcellona (Spagna)

È un edificio realizzato dal grande Antoni Gaudì tra il 1905 e il 1912. Il suo nome significa “cava di pietra” ma lo si conosce anche come “Casa Milà”, dal nome del committente del palazzo. Oggi è un centro culturale di proprietà di una banca e dal 1984 è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Il palazzo è alto 6 piani, ognuno con 8 appartamenti; due cortili interni garantiscono luminosità a tutti gli appartamenti. Venne progettato da Gaudì seguendo l’indirizzo del modernismo catalano che esalta le forme curve: per questo palazzo Gaudì scelse il tema della onde del mare. La facciata è rivestita in pietra grezza, da cui l’appellativo “La Pedrera”.

La Pedrera, Barcellona (Spagna)

25 – Mind House, Barcellona (Spagna)

Si tratta di uno dei capolavori di Antoni Gaudì costruito tra il 1900 e il 1914 all’interno di Parc Guell sulla collina di El Carmel. Anche questa realizzazione di Gaudì è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. È un edificio a uso abitativo che riprende forme naturali (il colonnato, ad esempio, ha forme di alberi). Ci sono anche molte statue decorate con ceramiche colorate e un parco antistante con una fontana e delle panchine.

Mind House, Barcellona (Spagna)