Cerca un volo per Cuba con VolareWeekend.com. È facilissimo! Imposta la tua città di partenza e le date: se non sai quando partire, utilizza la ricerca a date variabili per scegliere il periodo più economico.

Trova un volo per Cuba

Trova un volo per Cuba

Oltre alle sue incantevoli spiagge, chi va a Cuba deve visitare l’Havana, la sua capitale. È una città incantevole, contraddittoria, affascinante, colorata… in una parola bella.

Una strada della zona vecchia

L’Havana offre un’infinita varietà di cose da fare e di differenti zone da visitare. Si può iniziare con una visita dell’Havana vecchia, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, passando per Vedado, cosi viene chiamata l’Havana moderna, in cui si trova il centro della città caratterizzato da numerosi  teatri, gallerie, cinema, musei e dall’Università dell’Havana, fino a giungere all’Havana dell’Est, dove si trovano spiagge di sabbia fine e un clima divertente. Tra le spiagge più famose della capitale si trovano Tropicoco, Santa Maria, Guanabo e la meno turistica ma altrettanto carina Boca Ciega.

Qualunque posto a l’Havana è ricco di storia. L’Havana Vecchia, per esempio, con la sua architettura coloniale, i suoi vicoli stretti, le palazzine colorate in stile coloniale, le sue piazze caratterizzate da vetrate altrettanto colorate stanno a ricordare la dominazione spagnola.

Da non perdere assolutamente la Catedral de la Habana. Costruita tra 1748 e 1777 rappresenta il miglior esempio del Barocco Cubano. Nella Piazza della Cattedrale si può visitare la Casa del Conde de Casa Lombillo attualmente museo dell’Istruzione.

La bodeguita del medio

A pochi passi si trova la famosa La Bodeguita del Medio, posto rinomato soprattutto per le frequentazioni di Ernest Hemingway durante i suoi soggiorni a Cuba, che amava dire “Mi Mojito en la Bodeguita e mi Daiquiri en el Floridita”. Nella bodeguita si può gustare la cucina tipica cubana, come il piatto preferito dei cubani “arroz blanco, frijoles, carne asada y platanitos” cioè riso bianco, fagioli, arrosto e banane fritte. C’è comunque un ricco menù, capace di soddisfare davvero tutti i gusti. Il Floridita si ritrova in calle Obispo, dove si può gustare il miglior Daiquiri cubano.

Proseguendo lungo calle Obispo, si può visitare la stanza dell’hotel Ambos Mundos dove soggiornò Hemingway. Proseguendo si giunge a Plaza de Armas: il suo edificio più famoso, completato nel 1793, era il Palazzo dei Capitani Generali.

Al confine di Plaza de Armas, si trova il Castillo de la Real Fuerza, la fortezza più antica di Cuba: costruita nel 1558, è stata la residenza dei governatori di Cuba, oltre a venire usata per conservare oro, argento e altre merci di valore che arrivano a Cuba dirette verso la Spagna.

Plaza Vieja

A pochi passi si può ammirare La Plaza Vieja. Nata come zona adibita al mercato, è diventata poi un parco di tipo repubblicano e zona residenziale della più alta borghesia della isla fino al XVIII secolo. Attualmente vi si può trovare una delle più rinomate birrerie artigianali del paese.

Passeggiando lungo il malecon habanero, ovvero il lungo mare dell’Havana, ci si trova davanti al Castillo del Morro con il suo faro, che assieme al Capitolio e la Giraldilla simboleggiano la capitale habanera. Per arrivarci è necessario oltrepassare il tunnel habanero.

Il Castillo del Morro, progettato dall’ingegnere italiano Juan Bautista Antonelli nel 1585, venne costruito dal 1589 e al 1630; ebbe una rilevante importanza strategica assieme al porto. Ogni giorno alle 21.00 si può assistere alla cerimonia Cañonazo de las nueve: in epoca coloniale alle ore 4.30 del mattino e alle 20.00 veniva sparato un colpo di cannone dalla nave di capitaneria del porto per informare dell’apertura e la chiusura delle porte della muraglia habanera.

Ritornando in calle Obispo e proseguendo verso il Parque Central, si passa davanti al Museo de Arte Moderna, assolutamente da visitare, e al Gran Teatro de La Habana, che offre una varietà di spettacoli indescrivibili.

Capitolio

A pochi passi, il Capitolio, una volta sede del Governo fino alla rivoluzione cubana del 1959 e oggi sede del museo de Ciencias Naturales. Al suo interno si trova una scultura, terza al mondo per altezza all’interno di una struttura, dello scultore italiano Angelo Zanelli.

Proseguendo verso la Calle Neptuno, si arriva al Vedado, dove si trova l’Università de la Habana caratterizzata dalla sua lunga scalinata e dalla scultura Alma Mater. La Rampa, strada centrale dagli innumerevoli club, discoteche, ristoranti, cinema e la sua più grande e famosa gelateria “Coppelia”.

La Habana, insomma, va visitata! Si può imparare molto arricchendosi della cultura travolgente di questa città meravigliosa.