Cerca un volo per Bruxelles con VolareWeekend.com. È facilissimo! Imposta la tua città di partenza e le date: se non sai quando partire, utilizza la ricerca a date variabili per scegliere il weekend più economico.

Trova un volo per Bruxelles

Trova un volo per Bruxelles

Bruxelles (o Brussel) è la capitale e principale città del Belgio, oltre ad essere comunemente considerata (insieme a Strasburgo e Lussemburgo) capitale dell’Unione Europea.

Sia la Commissione Europea che il Consiglio dell’Unione Europea hanno infatti sede a Bruxelles, che ospita anche gli uffici della Presidenza Europea, le commissioni del Parlamento Europeo e il Comitato delle Regioni. È anche la sede politica della NATO e dell’Unione Europea Occidentale (UEO).

Seppur la regione in cui si trova Bruxelles sia ufficialmente bilingue (olandese e francese), in realtà la maggioranza della popolazione parla francese. Il nome Bruxelles significa “casa nella palude“.

Storia – Quando nel 1477 divenne la capitale dei Paesi Bassi austriaci, Bruxelles era una delle città più attraenti e ricche d’Europa grazie soprattutto alle sue attività economiche incentrate sui traffici commerciali di tessuti. Il governo spagnolo che seguì provocò invece un rapido declino economico.

Bruxelles risentì poi della politica espansionistica di Luigi XIV, che fece bombardare pesantemente la città nel 1695. Durante il Settecento si alternarono alla guida di Bruxelles francesi e austriaci: questi ultimi si impadronirono della città col trattato di Aquisgrana del 1748 e governarono in modo attento, promuovendo anche un programma di rinnovamento urbanistico che iniziò con la realizzazione della magnifica Grande Place, ad opera dell’architetto Guimerd. L’indipendenza, raggiunta dopo anche quindici anni di associazione con la Corte d’Olanda, venne raggiunta nel 1830.

Per quanto riguarda la storia contemporanea, Bruxelles è tristemente famosa per la strage dell’Heysel del 29 maggio 1985 avvenuta durante una partita di calcio.

Grand Place

Da vedere – Bruxelles è un centro culturale di grande rilievo: è, infatti, sia sede universitaria che di numerosi monumenti, biblioteche e musei, come il Musée Magritte, Musée d’Ixelles e il Musée Hergé.

Per gli amanti dei fumetti, invece, da non perdere il Centro Nazionale del Fumetto, che ospita circa 25.000 tra album e tavole. Vale la pena anche fare un giro fra i trenta murales dipinti sui palazzi del centro storico lungo la Comic Street Route.

A Bruxelles c’è anche una delle piazze più belle del mondo: Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, la Grand Place è la piazza centrale della città. Si tratta di una piazza su cui si affacciano le case delle corporazioni, l’Hotel de Ville (Municipio) e la Maison du Roi.

Atomium

Da vedere l’Atomium nel parco Heysel, una rappresentazione di una molecola alta 103 metri fatta di cristallo e acciaio, simbolo della città. Le sfere che rappresentano gli atomi hanno un diametro di 18 metri e sono collegate attraverso scale, dalle quali tramite degli oblò si possono guardare le altre sfere e il panorama intorno.

Altro simbolo della città, presente in quasi tutti i souvenir, è il Manneken Pis. Si tratta di una statua di bronzo degli inizi del ‘600, alta circa cinquanta centimetri che rappresenta un bambino nell’atto di fare la pipì. La statua si trova in una fontana del centro storico di Bruxelles e rappresenta l’indipendenza di spirito dei suoi cittadini. Sull’origine ci sono molte leggende, ma la più simpatica è forse quella che racconta che la statua rappresenti un ragazzino che avrebbe spento con la sua pipì la miccia di una bomba che stava per esplodere nella città. È tradizione vestire la statua con degli abiti in occasioni speciali.

Cucina – Tutto il Belgio è famoso nel mondo per il suo cioccolato, con nomi come Godiva, Leonidas e Galler. I piatti più comuni sono le crocchette ai gamberetti del Mare del Nord, il coniglio alle prugne, cozze e patatine fritte e gli immancabili cavolini di Bruxelles. La bevanda nazionale è la birra, con oltre cento case produttrici presenti nel paese.

Manneken Pis

Curiosità – Bruxelles è anche nota per la produzione di ceramiche caratterizzate da terrine a forma di animali, ortaggi o meloni. La città è stata molto famosa durante il Cinquecento per l’arte dell’arazzo, ma, nonostante la qualità di questi prodotti, nel 1794 i telai delle manifatture di Bruxelles si fermarono definitivamente. Si onora anche del primato della trina (tipo di ricamo) contendendo a Venezia la palma delle sue origini.

Eventi – A gennaio la città ospita una delle più famose fiere dell’antiquariato in Europa. Ogni due anni, ad agosto, Grand Place viene ricoperta da centinaia di begonie colorate per il classico Tappeto di Fiori. Sotto Natale, invece, i mercatini rappresentano un classico.

Dintorni – A circa un’ora di treno da Bruxelles merita assolutamente una visita Bruges, una cittadina medievale dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Bruges viene chiamata anche la “Venezia del Nord” per la presenza di numerosi canali che ne attraversano le strade cittadine.

Trasporti – Bruxelles è servita dall’aeroporto di Bruxelles-Zaventem e da quello di Charleroi Bruxelles-Sud, collegato con una navetta che impiega circa un’ora dal centro della città.