Lummus Park a Miami Beach

Miami, fiore della Florida. Città viva, caotica, multiculturale, di moda, dove il divertimento non si ferma mai!

La mia vacanza a Miami è stata favolosa, mi è bastato leggere delle raccomandazioni sui vari blog, Tom Tom e via! Risiedevo a Fontainbleu, per cui avevo due alternative, o prendere i bus o i treni che sono molto efficienti oppure andare in macchina. Occhio, per chi pensa o ha sentito dire che è molto caotica è vero ma basta essere prudenti e si gira benissimo.

Arrivavo ogni mattina verso le 9 del mattino a South Beach, quartiere che si trova nella parte estrema meridionale di Miami Beach.

Parcheggiavo a Ocean Drive, strada di locali, paninoteche, pizzerie, negozietti proprio di fronte al mare. I parcheggi sono numerosi ed economici in dipendenza di quante ore ci si ferma, insomma, ci si fa un giro e si trovano. I posti dove mangiare sono parecchi, si parla per lo più inglese e spagnolo, ma il turismo si è sviluppato così tanto che il tedesco è diventato la terza lingua, ad ogni modo si trovano persone di diverse nazionalità.

La spiaggia è indescrivibile: mare caraibico, pulito e un’enorme distesa di sabbia bianca, spiaggia libera con servizi  igienici gratuiti. Ombrelloni e sdraio a pagamento in prossimità degli alberghi, a chi piace c’è la possibilità di prendere il sole su un letto matrimoniale a baldacchino!

Le passeggiate raccomandate a South Beach sono nelle vie come:

- Collins Avenue, parallela all’Ocean, conosciuta anche come State Road. Lungo questa via si può osservare anche l’Art Déco il cui nome deriva dall’Esposizione internazionale di arti decorative e industriali moderne, tenutasi a Parigi nel 1925 (ragione per la quale si dice anche Stile 1925) che interessò il secondo e il terzo decennio del secolo XX, comprendeva le arti decorative, visive, l’architettura e la moda.

- Española Way conosciuta come lo storico villaggio spagnolo. Oggi sede di numerosissime gallerie d’arte, ristoranti e negozi.

- Washington Avenue è quella più famosa di South Beach, ospita i più grandi e conosciuti nightclub come Mansion e Crobar.

Lungo Ocean Drive si vedono numerosi addetti di diverse agenzie che offrono escursioni di vario genere. Visite guidate nell’entroterra cosi come gite di vari giorni negli isolotti vicini. Da Fort Lauderdale (35 km circa) partono crociere verso le destinazioni più popolari.

Nel cuore di Miami, non si può non visitare il Bayside Marketplace, luogo dello shopping. Si trova appunto sul porto e molteplici sono le cose da fare. Per chi non ama fare shopping, ci sono dei buonissimi ristoranti a prezzo modico, gite in battello, nelle varie piazzette si trovano musicisti dal vivo a ritmo di suoni caraibici, jazz e altri ancora. È un posto adatto a tutte le età. Da non dimenticare la visita all’Hard Rock Cafè Miami, da li si gode di una vista meravigliosa!

Vizcaya Museum & Gardens

Per gli amanti dell’arte e della natura a Coconut Grove si trova Viscaya Museum & Gardens. Si tratta di un museo fatto costruire dall’Industriale Agricolo James Deering attorno al 1916. All’interno enormi sale con decorazioni raffinate ci riportano all’epoca grazie anche all’arredamento tipico del XV e XIX secolo. I giardini sono una testimonianza del rinascimento italiano e francese, statue situate nei giardini rendono quest’ ambiente meraviglioso, estremamente elegante: impossibile non scattare delle foto. È ormai abitudine vedere ragazze quindicenni vestite con abiti dell’epoca coloniale passeggiare lungo questa enorme distesa, festeggiano come da tradizione l’ingresso nella società, il passaggio all’età adulta. Ancora oggi, foto ed enormi festeggiamenti fanno parte della cultura caraibica.