Due teenager nipponiche seguono il kaopan indossando le mutandine in faccia

Mai dire Banzai. Per lui, per lei, per tutti.

Si sa che il Paese del Sol Levante è terra antica, autarchica, tradizionale ma allo stesso tempo super tecnologica e culla delle tendenze più strane. Il Tamagotchi sfidò per mesi la nostra intelligenza in un periodo nel quale i telefonini erano agli albori ed incominciavamo forse allora a capire cosa fosse internet.

Un tamagotchi

Ora una nuova moda sembra aver preso piede tra le teenager nipponiche. Indossare le mutandine… in faccia. Questa tendenza si chiama kaopan (da “kao“, faccia, e “pantsu“, mutandine), già diventata must tra gli adolescenti e fonte d’ispirazione per giovani artisti.

L’idea sembra derivare da un eroe dei fumetti, Hentai Kamen, che, nato come copia dei vari Ultraman o Power Rangers, li ha soppiantati, almeno in Giappone, proprio per il suo look “profumato”. Dal fumetto alla realtà ci è voluto poco.

Quindi, se seduti nella metro di Tokyo una ragazzina con le mutandine in faccia vi si para davanti non preoccupateci: non vuole nulla (forse), di certo non ha l’aviaria.