Roma è capoccia del mondo infame, è Capitale di civiltà latina e Caput Mundi.

Il Colosseo

Trattieni il fiato sulla città dei Fori Imperiali, dalla Rupe Tarpea fino al Colosseo correndo in biga tra i viali levigati dalle carezze del Ponentino ripercorrendo la Cassia di Cesare, Nerone ed Alessandro Magno.

Città di cultura, di virtù legionarie e altari senza tempo. Centro d’Italia, Olimpico ed iniziatico, nel cui seno giace l’enclave del Vaticano, con il Papa che domina dal Cupolone della Basilica di San Pietro e i giardini Vaticani.

Giubileo di fiori, colori, stornelli e profumi. Il vino dei Castelli, rinfresca Trastevere non solo durante la festa de’ Noantri e poi che te frega e che te importa se l’oste ar vino c’ha messo l’acqua.

La porchetta di Ariccia s’accompagna ai cacio e pepe e puntarelle anche nelle osterie di ministri, Ambasciate, sedi di partito e società de’ magnaccioni.

Guarda che belle le aquile di marmo sulle colonne antiche, dal Campidoglio fino Quirinale.

Roma è maggica come il suo Natale, Villa Borghese e piazza Navona. A Roma nulla è tramontato, tutto è storia ed il futuro è solo il ricordo di uno strumento passato.

E benvenuti…